Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Sol LeWitt

testo di Maria Maddalena Monti
Sol LeWitt
9 settembre 1928 Hartford , Connecticut
8 Aprile 2007 New York


La New York degli anni '60 è ormai la capitale della cultura mondiale, tutta un fermento di nuove tendenze artistiche, laboratorio delle neoavanguardie. E' finita la stagione dell'informale e i nuovi movimenti rifiutano l'esasperato espressionismo della pittura del decennio precedente e spesso rifiutano la pittura stessa in favore di un' arte fatta di oggetti e comportamenti. Ai confini tra arte oggettuale e arte formalista sta il movimento della minimal art di cui Sol LeWitt è uno dei principali esponenti insieme a Bob Morris, Donald Judd, Carl Andre e tony Smith. La cultura americana ha profondamente assimilato la lezione razionalista venutagli dall'Europa nella prima metà del secolo ( J. Albers ma anche l'estetica architettonica di Mies van der Rohe) a tal punto che non ne sente più il debito e pensa di poter creare una nuova versione tutta americana di…

Ultimi post

Indovinello o L’enigma di Isidore Ducasse

Quadrato nero su fondo bianco

I like America and America Likes Me (Coyote)

L’origine del mondo

Fiesole - Teatro Romano

Spingule frangese

Verso l'alba

Puzzle

Ipazia

Massimo e il suo proposito

A Roma un bacio meraviglioso

Di più

Aprile a Roma con un cucciolo fra le braccia

Una carezza è arrivata con la primavera...

Oggi ho scritto una lettera

La mia grafica prediletta: Chiara Bautista

Una bella storiella Zen

Palline di vento

Nevica a Roma

L'albero dell'ebbrezza

Roma